Creazioni a Maglia e ad Uncinetto per Cerimonie, Regali e Tempo Libero

Intervista a Serena Scuderi di Cappello a Bombetta

Scritto da Claudia Cammarano. Tags:

Oggi per la rubrica Interviste Handmade ho il piacere di conoscere e presentarvi Serena Scuderi, la testa creativa che sta dietro al blog Cappello a Bombetta.

Cappello a Bombetta è un’esplosione di creatività, idee e colori in ogni  articolo e progetto di Serena si percepisce tutto il suo amore e la sua passione contagiosa per l’handmade e l’interior design.

Serena ha tantissimi interessi, tra cui l’astronomia, la fantascienza e la mitologia greca… se vuoi conoscere gli altri leggi la sua intervista e non te ne pentirai 😛

  1) Iniziamo con una cosa facile facile. Chi sei?

Chi c’è sotto la Bombetta? Di sicuro un’eterna ragazza: creativa, curiosa, piena di voglia di fare, scoprire e condividere. Sono chiacchierona e ironica, parlo a voce alta. Sempre a dieta senza perdere mai un chilo. Amo la fantascienza, Jane Austen e la mitologia greca; le serie tv e l’astronomia. Ricamo, cucio, tento di fare qualcosa all’uncinetto e recupero ogni volta che posso mobili e oggetti a cui dare una nuova vita. Sono un’accumulatrice e odio gli spazio vuoti e il silenzio. Adoro ballare, cantare e andare in pattini a rotelle. Insomma, una casinista. Ma di solito le persone mi vogliono bene proprio per questo!

  2) Come nasce la tua passione per l’handmade?

Sono sempre stata una pasticciona, una che ravanava nei mercatini e nelle cantine. Scatoloni chiusi pieni di oggetti da scoprire fin da bambina erano il mio gioco preferito. Con il tempo ho scoperto anche il ricamo e le arti manuali che avevano tentano di insegnarmi da piccola, fallendo miseramente. Sto ancora imparando e penso che non smetterò mai di farlo.

  3) Quando e come hai deciso di aprire il tuo blog?

Ho aperto il mio blog nel Gennaio 2010, ma all’inizio aveva un altro nome e zero identità. Semplicemente già amavo il mondo della rete e volevo farne parte, volevo ritagliarmi il mio angolino, anche se non avevo per nulla chiaro quale sarebbe stato il mio percorso. Mi sono in fondo lasciata trasportare dalle mie passioni, come ho fatto per tutta la mia vita

  4) Quali altri canali di comunicazione, on line e off line, usi per far conoscere il tuo lavoro agli altri?

Io adoro il mondo dei social, per una persona strabordante come me la Rete è un veicolo incredibile nel quale posso esprimermi, su tutto e tutti, ma soprattutto conoscere persone con le mie stesse passioni. In questi ultimi anni ho creato proprio grazie ai social una rete di amicizie fantastiche che è anche diventata qualcosa di vivo e reale. Ne sono entusiasta e ne godo ogni giorno. E non mi stanco mai di conoscere persone nuove, è una droga.

  5) Dove prendi ispirazione per le tue creazioni? Quali materiali usi per creare?

Di sicuro Pinterest è la mia fonte primaria di ispirazione; poi ci sono moltissimi blog che seguo e adoro anche collezionare libri di craft. Il solo sfogliarmi mi rende felice. Mi dedico soprattutto al ricamo e al cucito; cerco di recuperare mobili e oggetti che trovo qua e la dandogli un aspetto nuovo

  6) Cosa pensi del panorama handmade italiano?

Credo che sia in ascesa, ma debba ancora guadagnare fiducia in se stesso. Abbiamo un forte senso di inferiorità rispetto a mercati molto più affermati, come quello inglese e francese. Ma da questi esempi dovremmo prendere il meglio ( come per esempio la capacità di creare styling perfetti, di fare foto bellissime, di creare trends) e su questi innestare la proverbiale capacità creativa italiana

  7) Hai una lista di blog creativi che ti piacciono particolarmente e che visiti spesso?

La lista è davvero lunga ma dirò solo quelli stranieri per non fare torto a nessuno delle mie amiche italiane: A BEAUTIFUL MESS , CRAFT AND MEMORY, MOLLIE MAKES, POPPYTALK, BLOESEM, EMMA LAMB, THE DESIGN FILES

  8) Qual è la creazione di cui sei più orgogliosa?

Dovrei scegliere fra i miei bambini? Come faccio? Uno dei miei preferiti è il ricamo sulle fotografie… sono stata una delle prime a farlo e poi è diventato un trend… ne sono un pochino orgogliosa.

  9) Nella vita di ogni creativo capitano momenti di crisi e si resta senza idee. Tu come reagisci a questa situazione?

Risulterà antipatico lo so, ma non mi piace dire bugie quindi ammetto che non mi capita mai di essere a corto di idee, di tempo si, quello si! Annoto tutto quello che mi viene in mente su un taccuino (o lo detto a Siri se sono in giro!). Ma se capita un momento un po’ down mi basta sfogliare uno dei miei libri creativi per farmi tornare subito il buon umore. Non si deve sforzarsi e impazzire nel cercare necessariamente di inventare cose nuove, si può benissimo prendere una tecnica già affermata e magari un po’ vecchiotta e darle uno smalto nuovo.

  10) I tuoi progetti futuri?

Continuare a creare e sperimentare. Far crescere le collaborazioni con i giornali. E Magari un libro tutto mio, chissà.

  11) Hai consigli per chi vuole cimentarsi in quest’attività?

Crederci a dispetto di tutto. Essere umili e imparare dai più bravi. Cercare i propri punti di forza e trovare la propria voce. Non sono cose che si ottengono subito, ma non ci si deve  se non si ottengono risultati velocemente. Il mondo della Rete è vastissimo e farsi notare è duro ma non impossibile. Creare è comunque una cosa che si deve fare prima di tutto per se stessi, perché ci fa stare bene, il resto poi verrà da se.

Comments

Claudia Cammarano

Creativa, appassionata dei "ferri" del mestiere e curatrice del blog Alluncinetto.it

Comments (2)

  • Think

    |

    Bellissima l’idea delle interviste handmade. Grazie a Serena le abbiamo scoperte, ora non ci resta che andare a ritroso!

    Reply

    • Claudia Cammarano

      |

      Grazie ^_^

      Reply

Leave a comment

per commentare risolvi questa semplice operazione *

Dove sono

  • Grottaminarda, AV
    Via Minichiello, 34

Contatti

  • claudia @ alluncinetto.it
Sitemap

Diritti di Attribuzione

creative-commons

Seguimi su: